Un blog che parla di green economy lontano dalle cronache ufficiali e dai comunicati aziendali. Le storie del mondo green raccontate da un altro punto di vista.

Oggi l’assemblea dei soci di Veneto Sviluppo, la società finanziaria partecipata dalla Regione Veneto, approverà il bilancio con perdite per 3,5 milioni di euro. X Group in concordato preventivo.

Conti in rosso per Veneto Sviluppo che chiude in perdita il 2011: 3,5 milioni dovuti alla svalutazione di partecipazioni per circa sei milioni. Salasso che, secondo quanto riportato dal Corriere di Verona, è dovuto principalmente ai quattro milioni del buco di X Group, società padovana produttrice di celle fotovoltaiche finita in rovina qualche mese fa. La holding che la controlla è infatti in liquidazione e la società operativa è sotto richiesta di concordato preventivo.

XGROUP S.p.A. è stato uno dei soci fondatori del Consorzio per il solare Italiano ed era il principale produttore italiano di celle fotovoltaiche in termini di capacità produttiva installata (150 MWp/anno) con le quali assemblava e vendeva moduli a proprio marchio. XGroup con due stabilimenti in Italia, uno dedicato alla produzione di celle in provincia di Padova e uno per la produzione di moduli in provincia di Latina, è stata una delle società simbolo del boom dell’era d’oro del fotovoltaico: da 0 euro del 2007  a 97 milioni di euro assumendo 256 persone a tempo indeterminato. Oggi il passivo ha raggiunto i 18 milioni di euro: da 80 mila celle prodotte nel 2009 la produzione è crollata da 40 mila prima a 20 mila, per poi arrivare allo zero a fine 2011.

Secondo quanto riporta il Corriere di Verona, Veneto Sviluppo ha avviato le azioni legali del caso per recuperare l’investimento ma intanto deve registrare una voce che, già da sola, determina il rosso del 2011. Senza svalutazioni (che comprendono anche le quotate AcegasAps e Ascopiave) il risultato netto avrebbe riflettuto quello positivo della gestione operativa. Quanto al cda, resterà a tredici componenti ma la palla passa in Regione: oggi la prima commissione avvierà un primo esame delle candidature. Lavoro lungo: sono 104 per sette poltrone di nomina pubblica.

Guarda il video istituzionale di XGroup